Energia e clima: l'Unione Europea adotta il Libro Verde

Il Libro Verde, adottato il 27 marzo 2013 dalla Commissione Europea, intende costruire un quadro strategico comune europeo su clima ed energia per il 2030. Per questo, propone una riduzione delle emissioni di carbonio del 40% ed una produzione di almeno il 30% dell'energia totale dalle fonti rinnovabili.

Il Libro Verde, adottato il 27 marzo 2013 dalla Commissione Europea, intende costruire un quadro strategico europeo su clima ed energia per il 2030.
Per questo, propone una riduzione delle emissioni di carbonio del 40% ed una produzione di almeno il 30% dell'energia totale dalle fonti rinnovabili.
Attraverso il Libro Verde la Commissione europea avvia una consultazione pubblica intorno alle principali questioni  e esigenze riguardanti le politiche dell'UE sui cambiamenti climatici e  l'energia da oggi al 2030.
La consultazione resterà aperta fino al 2 luglio. Entro la fine del 2013, sulla base delle opinioni espresse da Stati membri, istituzioni europee e portatori di interesse, la Commissione intende proporre un quadro strategico per il 2030 in materia di clima ed energia.
L'attuale quadro politico si fonda su tre obiettivi principali da raggiungere nell'UE entro il 2020: una riduzione del 20% delle emissioni di gas a effetto serra rispetto al livello del 1990; una quota del 20% di fonti energetiche rinnovabili nel totale di energia utilizzata; un risparmio del 20% nel consumo di energia primaria (rispetto alle proiezioni elaborate prima dell'accordo sugli obiettivi climatici ed energetici per il 2020).

AllegatoDimensione
green_paper_climate_and_energy_2030_en.pdf104.04 KB