La Valutazione Ambientale Strategica: al via il laboratorio formativo del Progretto PR.I.M.A. Puglia

Si svolgeranno il 18 e 19 novembre, presso i comuni di Brindisi e Barletta, i seminari di presentazione del laboratorio. Il laboratorio, che sarà realizzato a Bari nel periodo dicembre 2013 - gennaio 2014, si articola in due percorsi formativi paralleli, dedicati ad approfondire specifici aspetti di interesse delle amministrazioni comunali in un caso, dell’amministrazione regionale e di altri soggetti competenti in materia ambientale nell'altro.

 
Il laboratorio è realizzato nell'ambito della Linea 1 - La Puglia e le politiche europee del Progetto PR.I.M.A - Programma integrato per il miglioramento delle performance delle amministrazioni della Regione Puglia.
 
La Valutazione Ambientale dei piani e programmi costituisce un tema di primaria importanza per la Commissione Europea:
- è una delle condizionalità ex ante di tipo trasversale che deve essere garantita per poter accedere ai Fondi strutturali 2014-2020 in coerenza con gli obiettivi tematici della Strategia Europa 2020;
- è uno degli strumenti fondamentali per raggiungere l’obiettivo 7 “migliorare l´integrazione ambientale e la coerenza delle politiche” del Settimo Programma europeo d´azione per l´ambiente: "Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta", varato dalla Commissione a fine 2012 in coerenza con la Strategia 2020.
 
Con la legge regionale n.44 del 14 dicembre 2012 “Disciplina regionale in materia di valutazione ambientale strategica”, la Regione Puglia ha adeguato il proprio ordinamento alle disposizioni della Parte seconda del D.Lgs 152/2006 e s.m.i, in attuazione della direttiva europea 2001/42/CE. Nel mese di ottobre, inoltre, è stato approvato il “Regolamento di attuazione della L.R. 44/12 - Disciplina regionale in materia di VAS - concernente piani e programmi urbanistici comunali” (r.r. 9 ottobre 2013, n. 18, pubblicato sul BURP n. 134 del 15/10/2013).
La Legge regionale 44/12 definisce una serie di aspetti inerenti la valutazione ambientale dei piani e programmi la cui approvazione compete alla Regione o ai comuni. A quest’ultimi, inoltre, se in possesso di specifici requisiti, è delegato l’esercizio parziale della competenza per la VAS.
Il successivo Regolamento regionale 18/2013 segna un ulteriore passo in avanti nella definizione delle regole e degli strumenti applicabili ai piani urbanistici comunali, che costituiscono la categoria di piani e programmi di gran lunga più frequenti nella casistica della VAS in Puglia, analogamente a quanto si registra nel resto d’Italia e d’Europa.
 
Il crescente coinvolgimento dell’amministrazione regionale, degli enti locali, territoriali e centrali e l’impegno assunto dal legislatore regionale con l’art. 4 (comma 5) della l.r. 44/2012, ha spinto il Servizio Regionale Ecologia e FormezPA a programmare un laboratorio formativo rivolto alle amministrazioni comunali, all’autorità competente per la VAS in sede regionale e ai soggetti competenti in materia ambientale.
In allegato il programma dei seminari.

AllegatoDimensione
Barletta 19 novembre 2013921.84 KB
Brindisi 18 novembre 2013798.8 KB